Sensori a matrice

Brand:

Compatibili con le elettroniche di acquisizione I-Scan

Il cuore dei sistemi per la misura della distribuzione della pressione di contatto tra 2 superfici è un sensore a matrice a film sottile sviluppato presso il celebre MIT di Boston. Questo dispositivo di misura a griglia è estremamente sottile (circa 0,1 mm) e flessibile. Lo spessore ridotto ha numerosi vantaggi, primo fra tutti la minima intrusività che risulta in un minimo disturbo della distribuzione della pressione di contatto.

Ogni sensore consiste in una matrice di colonne e righe di materiale semi-conduttivo che cambia la sua resistenza elettrica quando sottoposto ad una forza. All'intersezione delle colonne e righe si trovano i punti sensibili. Mediante una scansione elettronica e la misura della variazione di resistenza a ogni punto, si determina la forza applicata e la sua posizione sulla superficie del sensore.

Caratteristiche dei sensori a matrice

  • Numero di elementi sensibili: tipicamente 2.288 per sensore
  • Densità spaziale: fino a 248 elementi per cm2
  • Risoluzione spaziale: da 0,64 x 0,64 a 17 x 17 mm
  • Temperatura di lavoro da -9° a 60°C (versione HT fino a +200 °C)
  • Dimensioni elemento sensibile da 3 x 3 mm a 578 x 884 mm
  • Campi di misura della pressione da 0 a 175 MPa
  • Spessore del sensore: 0,1 mm

I sensori sono disponibili in una vasta gamma di forme, dimensioni, risoluzioni spaziali, campi di misura fino a 175 MPa. Oltre alle versioni standard, è possibile realizzare sensori personalizzati sulle specifiche esigenze del cliente. I sensori qui descritti possono essere utilizzati unicamente con le elettroniche di acquisizione Tekscan.

Se l’applicazione richiede sensori di forza a punto singolo o personalizzati, fare riferimento ai sensori FlexiForce™.

Clicca qui per accedere al catalogo dei sensori

  • Guida Alla Selezione Sistemi I-Scan
  • Film Sensibili Vs Sensori Tattili